«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

martedì 8 agosto 2017

Se non lo conoscete vi racconto io l’Asperger

Cosa vuol dire crescere con l’Asperger? Nathan McConnell, trentatreenne americano, ha dato una risposta a fumetti. Un’idea originale per raccontare la sua esperienza di bambino e poi uomo affetto da questo disturbo pervasivo dello sviluppo.
Per lui la diagnosi dei medici è arrivata nei primi anni di vita, ma i genitori l’hanno sottovalutata. Mentre, senza capire il perché, passava un’adolescenza come bersaglio preferito dai bulli di turno. Insulti e solitudine, un inferno da qual è uscito soltanto in età adulta. “Quando mia madre – racconta Nathan – “mi ha ricordato della diagnosi ricevuta da piccolo e ho iniziato a guardare le mie precedenti esperienze con un occhio nuovo: tutti gli anni di frustrazione finalmente hanno preso senso”. Negli ultimi 3 anni, ha creato centinaia di sketches, si è sposato, sta per avere un figlio e ha lasciato il suo lavoro come rappresentante alla Samsung per un impiego full-time nel mondo dei comics.
https://growingupaspie.tumblr.com/
(fonte: http://www.west-info.eu/it/se-non-lo-conoscete-vi-racconto-io-lasperger/)

Nessun commento: