«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

lunedì 27 febbraio 2017

Roma. Rete dei 65 movimenti. Relatori del seminario: “Sostegno: INCLUSIONE o ESCLUSIONE? Il docente di sostegno e la continuità didattica. Come cambia la L.104 “

Rete dei 65 movimenti – Dopo la manifestazione del 23 febbraio davanti a Montecitorio, indetta dalla RETE DEI 65 MOVIMENTI, insieme ai genitori, docenti, associazioni, studenti, tutti uniti per chiedere al governo Gentiloni di non licenziare i decreti attuativi della legge 107 del 2015, il Comitato nazionale “Per la Scuola della repubblica” in collaborazione con la “Rete dei 65 movimenti” ha tenuto, il giorno dopo, un seminario di formazione presso il Liceo Tasso di Roma, dal titolo:
“Sostegno: INCLUSIONE o ESCLUSIONE? Il docente di sostegno e la continuità didattica. Come cambia la L.104 “
- continua su http://www.orizzontescuola.it/

Insegnare il latino ai dislessici La nuova sfida dei prof nei licei

Un progetto per adattare i metodi di apprendimento per i dislessici anche alle lingue classiche, trovando strumenti e soluzioni perché siano davvero accessibili a tutti
I ragazzi con Dsa certificato hanno diritto a un Piano educativo Personalizzato, che tenga conto delle loro difficoltà: a seconda della gravità del disturbo, può includere verifiche programmate, registrazioni, uso di mappe concettuali, di immagini. Nei casi più complessi, solo verifiche orali. Nei protocolli ministeriali si chiamano «misure compensative» e «dispensative» e sono una batteria di indicazioni per l’insegnamento delle lingue straniere. «Per latino e greco, questi appigli possono non essere sufficienti; e comunque non esiste niente di specifico», dice Ricucci. Non ha un metodo da proporre («non esiste UN metodo, esiste il bravo insegnante», sostiene), ma tanti approcci diversi.
- continua su http://www.corriere.it/

Approfondimento
https://sites.google.com/site/dislessiaelingueclassiche/

Webinar Pearson. Didattica per competenze: “PEI per competenze nel secondo ciclo”

Il webinar, tenuto da Caterina Scapin, si svolgerà giovedì 23 marzo, alle ore 15.30 e, a partire dagli argomenti della guida pubblicata con Pearson, tratterà il tema di come sviluppare e valutare le competenze negli allievi con Bisogni Educativi Speciali.
A partire da una lettura critica della norma, verranno proposti strumenti per la progettazione curriculare, con esempi di percorsi didattici e rubriche valutative ad essi correlati.
INFO: http://www.pearson.it/evento/2507-48-pei_per_competenze_nel_secondo_ciclo

Radice06

Se invece di scaricare odio e frustrazione sull'altrui diversità ci prendessimo cura della nostra diversità, saremmo tutti eccezioni. E questa sarebbe la regola.
https://www.poetidertrullo.it/

USR Lazio. Corso speciale di differenziazione didattica Montessori

Pubblicato sul portale dell'USR per il Lazio la comunicazione del Corso speciale di differenziazione didattica Montessori per insegnanti di scuola dell’infanzia ROMA 2017-2018
INFO: http://www.usrlazio.it/index.php?s=1035&wid=4590

domenica 26 febbraio 2017

La sindrome dei monelli



Un emozionante e toccante film di 72 min. sulla iper-attività e disattenzione, raccontate in "direct-cinema" attraverso la storia di Julia: una bambina iper-attiva e disattenta che non ubbidisce alle regole, non riconosce l'autorità, non si dedica con attenzione a niente.
Molti bambini come Julia vengono additati come "monelli" e la colpa del loro provocatorio e incontrollabile comportamento ricade sempre sull'educazione ricevuta dai genitori e sulla scarsa volontà del bambino.
Dov'é il limite tra naturale vivacità e patologia?

Uno sportello Autismo per insegnanti e famiglie della Provincia di Lecco

Attivato uno sportello autismo per le scuole della provincia di Lecco con lo scopo di fornire consulenze gratuite in ambito didattico a insegnanti, educatori e genitori e favorire una reale inclusione nelle scuole della provincia di alunni che presentano tale disturbo.
Diritto all’istruzione per tutti: un principio fondamentale sancito dalla Costituzione che garantisce ai bambini il diritto alla scolarizzazione, indipendentemente dalla disabilità che presentano. Su questo si basa l’apertura dello sportello autismo al Centro Territoriale di Supporto della provincia di Lecco che ha sede nell’Istituto Comprensivo “A. Bonfanti e A. Valagussa” di Cernusco Lombardone, scuola polo per l’inclusione della provincia.
A stimolare questa scelta da parte del Cts provinciale, sempre attento alle problematiche dell’inclusione scolastica, sono le difficoltà che spesso le scuole incontrano nel lavorare con bambini e ragazzi che presentano un disturbo dello spettro autistico. Infatti, anche se le caratteristiche del disturbo sono riscontrabili principalmente nell’ambito relazionale- comunicativo e in quello comportamentale, le peculiarità individuali rendono diverse e uniche le persone che ne sono affette: si passa da bambini con un linguaggio ricco e articolato, ma che non riconoscono le emozioni sul viso delle altre persone, a bambini che non parlano, presentano movimenti ripetitivi e, spesso anche ritardo mentale.
Lo Sportello si prefigge come obiettivo quello di essere un punto di riferimento per insegnanti, educatori e genitori che sono giornalmente chiamati a rapportarsi con bambini e ragazzi autistici. Attraverso un servizio di consulenza gratuito è possibile ricevere suggerimenti e idee relativi a strategie didattico/educative utili nel lavoro scolastico e nel contesto di vita. Lo Sportello, inoltre, si prefigge gli obiettivi di collaborare con enti e associazioni presenti sul territorio, di creare una banca dati di materiali ed esperienze e di fare da ponte tra scuola e famiglia nella condivisione di metodologie di lavoro.
“L’attivazione dello Sportello – spiega la referente del centro Maria Gabriella Vergani – rappresenta un supporto importante per la scuola e le famiglie: offre strumenti concreti che possono facilitare gli apprendimenti e permettere a questi bambini di migliorare le loro abilità e acquisire sempre maggiori competenze relazionali e sociali all’interno di percorsi personalizzati. Uno degli obiettivi più importanti è far sì che la scuola, in stretta collaborazione con le famiglie, riesca a rendere il più autonomi possibili questi ragazzi all’interno del contesto sociale in un ottica di progetto di vita”.
Press-In anno IX / n. 576 - Lecco News del 25-02-2017

Pescara. Autismo, un ciclo di formazione per i docenti

"L'integrazione scolastica degli alunni con disturbo dello spettro autistico" è il tema di un ciclo di quattro incontri di formazione sugli standard del metodo americano Aba, riservati ai docenti di sostegno, che si terranno nell'aula magna dell'istituto Aterno - Manthonè sulla Tiburtina fino al prossimo 21 marzo.
L'iniziativa, a cura dalla coop sociale Polis con l'associazione Alba Onlus- Liberi dall'autismo, diretta da Victoriano Lemme, e dalla Fondazione Oltre le parole onlus. Circa 280 persone, tra i quali molti pediatri, hanno partecipato giovedi scorso all'assemblea inaugurata dall'assessore regionale alle Politiche sociali Marinella Sclocco, che ha ringraziato i presenti per il lavoro svolto: «Voi siete braccia, testa e cuore, coloro che fanno crescere il bene più prezioso: i nostri figli». Prossimi appuntamenti, venerdi 10 marzo; martedi 14 marzo e martedi 21 marzo, dalle 15 alle 19. La partecipazione è gratuita.
Press-In anno IX / n. 582 - Il Centro del 25-02-2017

Monza. Aperte le iscrizioni per il XXXIV Congresso Nazionale CNIS 2017

Vi informiamo che sono aperte le iscrizioni per il XXXIV Congresso Nazionale dell'Associazione per il Coordinamento Nazionale degli Insegnanti Specializzati e la ricerca sulle situazioni di Handicap che si terrà a Monza il 21 e 22 aprile 2017.
INFO: http://www.cnis.it/2016/11/xxxivo-congresso-nazionale-cnis-monza/

Ricordiamo Mario Lodi

Il prossimo 2 marzo ricorre l’anniversario della morte di Mario Lodi e l'Associazione Gessetti Colorati intende ricordare questa data. 
INFO: http://www.gessetticolorati.it/wordpress/

sabato 25 febbraio 2017

Come realizzare siti scolastici a norma e che funzionino?

MIT App Inventor 2 e difficoltà motoria: proviamo con i visori VR?

Oltre che costituire un piacevole divertimento, i visori VR possono essere un valido aiuto per limitare alcuni problemi di accessibilità legati alla disabilità motoria.
In particolare il dispositivo può essere utile nel caso, niente affatto raro, in cui le maggiori potenzialità di mobilità riguardino il capo ma non vi sia sufficiente controllo di motricità fine né la possibilità di utilizzare un puntatore oculare.
- continua su https://ilsartodelleapp.wordpress.com/

Milano. Malattie rare: una mostra fotografica per raccontarle

«Quando vedi una bambina affetta da Atrofia Muscolare Spinale di tipo 2 riuscire a fare sulla sedia a rotelle e con i gomiti lo stesso esercizio che le sue compagne di danza normodotate svolgono sulle punte dei piedi, capisci che sei di fronte alla straordinaria capacità di trasformare la debolezza in forza, la disperazione in determinazione».
Aldo Soligno, fotogiornalista del progetto Rare Lives, la mostra dedicata alle malattie rare giunta alla sua terza edizione, racconta così l’esperienza che da tre anni l’ha portato a diventare parte di tante famiglie in giro per l’Italia e per l’Europa. Fresco vincitore del premio Eurordis, l’organizzazione europea che raggruppa oltre 700 organizzazioni di malati in 60 Paesi, Soligno ha iniziato il viaggio nel mondo delle persone affette da malattie rare con un’idea di reportage che è diventata un progetto a lungo termine grazie al sostengo di Uniamo Firm Onlus, la federazione italiana malattie rare, e di Sanofi Genzyme.
- continua su http://www.lastampa.it/

Orosei. Progetto sperimentale sulla dislessia con scuola, Comune, volontari e famiglie

Avviato a Orosei il progetto "Dislessie da leggere" promosso dall'associazione "I bambini fantasma e le quattro scimmie" con il Comune e la Asl. È rivolto agli alunni con disturbi specifici dell'apprendimento e mira a creare una rete di cooperazione fra genitori, scuola e istituzioni realizzando percorsi individuali per bambini e famiglie.
La dislessia e gli altri disturbi interessano il 2,59 per cento degli italiani in età scolare: un dato che in Sardegna assume proporzioni epidemiche. «Non è una patologia - precisa Maria Pala, presidente dell'associazione - ma neanche una moda, come molti credono. Si tratta di disturbi certificabili che possono e devono essere corretti». Il team di "Dislessie da leggere", con a capo lo psicologo Giommaria Peddio, promuove la ricerca di strategie su misura che permettano al bambino di sviluppare le proprie abilità agendo sul piano psicologico, emotivo, relazionale e cognitivo e coinvolgendo scuola, famiglia e servizio pubblico. «Riconoscere e accettare che esiste un disturbo è il primo passo», spiega Jessica Arrus, vice presidente dell'associazione. «Investendo risorse per arginare la piaga dei Dsa - sottolinea Pala - si interverrebbe anche su questioni collaterali come il bullismo e l'abbandono scolastico».
«Dopo sei anni dalla legge - nota Cristana Patteri, legale dell'associazione - la Sardegna non ha una normativa». Spiega l'assessore Giovanna Langiu: «È una tematica che richiede un'attenzione particolare. Perciò abbiamo sposato il progetto pur avendo già istituito un servizio stabile di ausilio scolastico relativo ai Dsa».
di Barbara Schintu
Press-In anno IX / n. 553
L'Unione Sarda del 22-02-2017

Salerno. Per far capire l’autismo ai bambini e ai ragazzi delle scuole

«Anche se di autismo ultimamente si parla molto, le occasioni di socializzazione tra ragazzi “normotipi” e ragazzi con autismo è ancora a tutt’oggi minima, rispetto a ciò che dovrebbe essere, e pertanto, con l’aiuto degli insegnanti che parteciperanno a questa iniziativa, intendiamo far sì che tutti i bambini e i ragazzi capiscano effettivamente l’aiuto che possono dare ai loro coetanei con autismo»: viene presentata così, dall’Associazione salernitana Autismo Fuori dal Silenzio, la quarta edizione del concorso “Autismo è...”, cui tutti le scuole potranno partecipare fino al 16 marzo
- continua su http://www.superando.it/

Bologna. “NeuroTribù”, caso letterario sull’autismo

Continuerà il 25 febbraio a Bologna il tour italiano di “NeuroTribù. I talenti dell’autismo e il futuro della neuro diversità”, libro del giornalista Steve Silberman, divenuto un vero e proprio caso letterario negli Stati Uniti, che può essere definito come un mix tra dossier, inchiesta e narrazione delle storie che hanno segnato le ricerche sull’autismo
- continua su http://www.superando.it/

Nasce EmiLib, la grande biblioteca digitale: 21mila libri gratuiti per i cittadini

Realizzata col sostegno della Regione Emilia-Romagna, mette in rete oltre gli ebook anche 5.800 giornali in oltre 80 lingue, più di 60.000 tracce musicali, 165 audiolibri. L'assessore Mezzetti: "Il nostro impegno per dare sempre più servizi di qualità alle persone"
- http://emilib.medialibrary.it/home/cover.aspx
(fonte: http://www.modenatoday.it/eventi/cultura/emilib-biblioteca-digitale-modena.html)

San Donà di Piave. La robotica educativa nelle scuole: didattica e metodologie innovative

Martedì 7 Marzo 2017 dalle ore 15:00 alle ore 19:00 presso il Teatro Metropolitan Astra di San Donà di Piave, si terrà un INCONTRO - AGGIORNAMENTO per i docenti del I e II Grado scolastico.
- locandina

Pordenone. Punto di contatto con le nuove generazioni

Conoscere la disabilità e tutto ciò che vi gravita attorno sin dai banchi di scuola: è questo l’obiettivo della meritoria iniziativa promossa dall’Associazione friulana Laluna, che in questo 2017 sta entrando negli istituti scolastici della Provincia di Pordenone, per alcuni interventi centrati in particolare sull’alternanza scuola-lavoro e sull’orientamento, con la precisa volontà di trovare un positivo punto di contatto con le nuove generazioni
- continua su http://www.superando.it/

giovedì 23 febbraio 2017

WeSchool, piattaforma gratuita per la didattica collaborativa e la flipped classroom

Dall’inizio dell’anno scolastico WeSchool è già stata adottata da alcune decine di migliaia tra professori e studenti. Oggi diventa gratis per tutti gli utenti delle scuole di ogni ordine.
I dati sull’utilizzo raccontano di un coinvolgimento altissimo nelle classi e di un uso, forse tra le prime volte, davvero blended: gli accessi avvengono metà al mattino – da scuola – e metà al pomeriggio – con lo studio individuale.
WeSchool (http://www.weschool.com/it/) è la prima piattaforma al mondo che permette di integrare un video di YouTube, un articolo di giornale, un corso di inglese di Duolingo, un videoquiz, un pdf, un testo collaborativo su Google Docs e qualsiasi altro contenuto o servizio disponibile su Internet o creato dai prof… in un’unica esperienza di apprendimento. Tutto senza dover saltare da un sito web all’altro.
- continua su http://www.orizzontescuola.it/
- continua su http://ischool.startupitalia.eu/

Approfondimento
- Social learning

mercoledì 22 febbraio 2017

Milano. Disabilità: separare fa bene o fa male?

Si chiama così il ciclo di incontri promosso in questi mesi dalla Federazione lombarda LEDHA, il cui appuntamento conclusivo è previsto per il 23 febbraio a Milano, ruotando su un delicato quesito: perché in un Paese come il nostro, che ormai da quarant’anni anni sperimenta (spesso con successo) un modello di scuola inclusiva, per alcuni bambini le strade dell’educazione sono separate da quelle dei coetanei, all’interno di scuole speciali, centri dedicati o classi potenziate?
- continua su http://www.superando.it/

Milano. Come gestire un motore di ricerca

Corso rivolto a persone con disabilità visiva per utilizzare più efficacemente la rete
L’Istituto dei Ciechi di Milano, per l’anno formativo 2017, propone una serie di moduli didattici volti a soddisfare le richieste degli utenti con disabilità visiva.
Il primo argomento è la Gestione di un motore di ricerca. Il modulo formativo, rivolto alle persone con disabilità visiva che utilizzano Internet Explorer, è articolato in due in incontri. Durante il corso verrà approfondito l’uso del motore di ricerca Google, strumento indispensabile per poter accedere alle informazioni presenti sul web.
- continua su http://www.lucemagazine.it/

Roma. Intervento precoce, come favorire lo sviluppo del bambino con minorazione visiva?

L’intervento precoce è una attività di prevenzione dei disturbi secondari dello sviluppo e di promozione della salute del bambino con deficit visivo. Cosa devono sapere e che cosa possono fare i genitori, di quali attività ha bisogno il bambino nei primi anni di vita? quali sono le tappe importanti da rispettare?
Giovedì 2 marzo 2017 ore 15.30 - 18.00 Sede Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Via Mentana 2 b, Roma
La partecipazione è gratuita
Lo sviluppo armonioso del bambino necessita delle condizioni biologiche ed ambientali ottimali. La disabilità visiva, costituisce un serio rischio evolutivo. Ne consegue un ritardo fisiologico dello sviluppo nelle aree della motricità globale, fine, dell'orientamento, dello sviluppo cognitivo, socio-emotivo, del linguaggio e delle autonomie personali.
Questo processo è correggibile e reversibile attraverso l'intervento precoce.
Saranno esaminate le peculiarità di tutte le aree dello sviluppo del bambino con minorazione visiva, ed illustrate le strategie alternative per promuovere uno sviluppo armonioso del bambino e prevenire l'insorgenza di disturbi successivi . Le relatrici presenteranno il loro modello integrato di intervento precoce, composto da varie azioni mirate allo sviluppo del bambino e contemporaneamente al potenziamento della competenza parentale.
MariaLuisa GARGIULO psicologa e psicoterapeuta Esperta nelle problematiche psicologiche, riabilitative ed evolutive nel settore del deficit visivo. psicoterapeuta dal 1997, ha scritto numerosi articoli e libri. Docente di corsi e seminari di formazione per operatori, insegnanti e riabilitatori.
Erika JARO Special Needs Educator and Therapist (Intellectual and Multiple Disabilities and Visual Impairment) Università di Budapest Educatrice specializzata nella disabilità visiva.
http://www.uicroma.it/

Novità in casa Scuolabook: Funzionalità Alta Accessibilità

Scuolabook mette a disposizione delle case editrici gli strumenti tecnologici necessari a includere nei propri eBook ed eBook+ supporti e ausili per la lettura e la comprensione del testo da parte di alunni con DSA.
L’applicazione di lettura consente di visualizzare il solo testo della pagina che si sta leggendo in una finestra separata. Lo studente può modificare il carattere di visualizzazione, il contrasto della pagina e la dimensione del font, per facilitare in modo personalizzato la lettura.
Inoltre, è possibile attivare la lettura automatica del testo stesso (Text-to-speech), usufruendo di un servizio on demand multilingua.
INFO: http://www.scuolabook.it/alta-accessibilita/

martedì 21 febbraio 2017

“Il Pianeta Dravet”: un progetto per l’inclusione scolastica

Impegnata già da tempo nel panorama dell’informazione, della promozione della ricerca scientifica, della cura e del sostegno delle persone con sindrome di Dravet - grave e rara forma di epilessia farmacoresistente associata a disturbi dello sviluppo neurologico - l’Associazione Gruppo Famiglie Dravet ha avviato dall’inizio di quest’anno “Il Pianeta Dravet”, progetto gratuito, indirizzato agli insegnanti e agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado, allo scopo di favorire l’inclusione scolastica dei ragazzi con Dravet
- continua su http://www.superando.it/

Venezia. Doppio Senso. Percorsi tattili alla Collezione Peggy Guggenheim

Un percorso innovativo di avvio all’accessibilità museale rivolto a un pubblico di non vedenti, ipovedenti e vedenti, in chiave inclusiva, teso alla formazione di una comunità sempre più ampia e partecipe alla vita del museo, per la diffusione dell’arte moderna e contemporanea.
INFO: http://www.guggenheim-venice.it/doppio-senso/percorsi-tattili.html

Borsa di studio "Fulbright - Roberto Wirth" 2017/2018

La borsa di studio "Fulbright - Roberto Wirth" permette la frequenza di
Certificate/Diploma/Master Programs in Deafness presso Gallaudet University, Washington, D.C.
INFO: http://www.cabss.it/borsa-di-studio.html

PON, Miur: 180 mln per rafforzamento competenze in italiano, matematica, scienze e lingue

Centottanta milioni di euro per il rafforzamento delle competenze di base, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado.
Sono i fondi messi a disposizione dal primo dei dieci bandi Pon per una scuola più aperta, inclusiva e innovativa lanciati lo scorso 31 gennaio dalla Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.
- continua su http://www.orizzontescuola.it/

USR Veneto. Corso di formazione su disturbi del comportamento e della relazione

Con la Nota dell'8 febbraio 2017 n. 2174, l'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto nell'ambito della priorità del Piano triennale di formazione dei docenti, propone il corso di formazione "Disturbi del comportamento e della relazione: dall'osservazione nel contesto educativo alle tecniche di intervento".
L'iniziativa dell'USR per il Veneto si basa su segnalazioni provenienti da Dirigenti scolastici e da Docenti in ordine alle difficoltà di relazione, di autoregolazione e di comportamento, nonché alle risposte d'ansia e di attivazione spesso presentate dagli alunni nella quotidianità della vita scolastica.
- continua su https://www.superabile.it/

“Scuole oltre la disabilità”, al via il progetto nel Liceo di Ariccia

Promossa da Meta Magazine e Uici di Roma e provincia, l'iniziativa ha lo scopo di far conoscere e comprendere agli studenti la disabilità visiva. Sport, mobilità e tecnologia come strumenti per l'integrazione sociale i temi al centro della discussione
- continua su https://www.superabile.it/

Percorso tattile sensoriale al Macro di Roma

A Roma, il MACRO di via Nizza apre al pubblico la Sala Multisensoriale e presenta il percorso tattile permanente del Museo.
Dal 3 febbraio al 4 giugno 2017, infatti, è possibile visitare la mostra “Opere della Collezione: Percorso tattile sensoriale“.
L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Musei da toccare, nato nel 2015, rivolto alla realizzazione di percorsi tattili-sensoriali che permettono di avvicinare le persone con diverse disabilità alla conoscenza del patrimonio artistico dei musei di Roma Capitale.
- continua su http://www.bitculturali.it/

YouTube video sottotitolati in aiuto dei non udenti

YouTube video sottotitolati in automatico. La più grande piattaforma di video online, YouTube appunto, scende in campo in favore dei non udenti. Annunciata, infatti, la presenza sui canali di ben un miliardo di video sottotitolati in automatico.
La notizia del traguardo raggiunto è stata diffusa sul blog ufficiale della stessa piattaforma. Un grande aiuto, quello dei video sottotitolati, per i i 360 milioni di persone che nel mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, hanno problemi uditivi. La sottotitolatura automatica dei video, già a partire dal 2009, grazie ad una sofisticata tecnologia di riconoscimento vocale. Ben dieci le lingue supportate: inglese, italiano, spagnolo, portoghese, francese, tedesco, olandese, russo, giapponese e coreano. Nella trascrizione del linguaggio parlato non mancano, di certo, gli errori, ma YouTube assicura che, nel caso della lingua inglese, la percentuale d’errore si avvicina di molto “al tasso d’errore di trascrizione umano”.
Press-In anno IX / n. 524
DireGiovani.it del 20-02-2017

Commento
Purtroppo non è proprio così. Invito tutti a fare una prova con un video a caso della Erickson, per esempio https://youtu.be/4z-9OviqIkE , e scoprirete il motivo per cui ho sempre sostenuto che una casa editrice che si occupa di inclusione dovrebbe pubblicare video sottotitolati, video per tutti.

Giphy insegna il linguaggio dei segni con le GIF animate

Tra le piattaforme online più utilizzate dagli utenti per condividere GIF animate sui social network e sulle applicazioni di messaggistica troviamo senza dubbio Giphy, il servizio che offre a tutti la possibilità di caricare nuovi immagini animate o sfogliare l'enorme archivio suddiviso per categorie.
Le GIF animate di Giphy sono spesso utilizzate dagli utenti su Facebook e WhatsApp e vista il grande utilizzo di queste da parte degli utenti i vertici del noto portale di ricerca delle GIF hanno deciso di lanciare il progetto Sign With Robert, una raccolta di circa 2.000 GIF animate che offre la possibilità di imparare il linguaggio dei segni grazie alle animazioni realizzate dal team di Giphy in collaborazione con Robert DeMayo, sordo dalla nascita.
Come spiegato in un'intervista rilasciata ai microfoni di Mashable dalla direttrice e produttrice di Sign With Robert, Hilari Scarl, le GIF animate per insegnare il linguaggio dei segni seguono le regole dell’American Sign Language e dunque alcune immagini potrebbero essere tradotte in altro modo a seconda del territorio: "Il formato GIF ha l’abilità di riprodurre le animazioni in un loop infinito, dunque è perfetto per imparare nuovo segni. Non richiede di riavviare continuamente la riproduzione o di riavvolgere".
Le immagini animate della serie Sign With Robert di Giphy sono disponibili per l'utilizzo all'indirizzo web https://giphy.com/signwithrobert e per facilitarne la ricerca sono state suddivise in varie categorie tra cui troviamo espressioni, emozioni, emergenze, feste, cibi, sport e molte altre. Le GIF per imparare il linguaggio dei segni con Robert DeMayo sono stare realizzate in modo molto semplice: il movimento da compiere con le mani per comunicare ed una scritta che riporta il termine associato all'azione.
di Matteo Acitelli
Press-In anno IX / n. 523
Tech Fanpage del 20-02-2017

Braille graffiti

“Do not touch…” (non toccare) questa è la frase che ha letto una ragazza cieca (di proposito non ho scritto “non vedente”) quando ha posato le sue dita sulla scritta in Braille posta sul muro della chiesa Sainte-Croix di Nantes (Francia), e ovviamente ha riso.
Non è il primo caso di Braille Graffiti in Francia, molti oramai i monumenti e gli edifici storici sui quali si notano delle sfere di polistirolo incollate al muro. Graffiti legali questa volta per l’artista The Blind, che ha deciso di creare una street-art accessibile ai ciechi.
- continua su https://lillyslifestyle.com/2014/11/03/braille-graffiti/

lunedì 20 febbraio 2017

Monza. Strategie didattiche inclusive per studenti con autismo

Corso di formazione per i docenti degli istituti superiori di 2° grado, organizzato da CTI Monza e Brianza Centro.
CTI Monza e Brianza Centro presenta il corso di formazione per i docenti degli istituti superiori di 2° grado dal titolo “Strategie didattiche inclusive per studenti con autismo”. La relatrice è la dottoressa Simona Ravera.
L'appuntamento è per il 24 febbraio 2017 dalle ore 14.30 alle ore 18.30 al Liceo Artistico Statale Della Villa Reale di Monza “Nanni Valentini” Via Boccaccio 1. La programmazione delle attività educative rivolte agli studenti con disabilità pone i docenti e gli educatori di fronte a molti interrogativi e difficoltà. Spesso sono necessarie strategie e conoscenze specifiche per riuscire ad ottenere risultati positivi concreti, e non sempre gli insegnanti possiedono tale specifica preparazione pedagogica e psicologica.
- continua su http://personecondisabilita.it/