«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

sabato 17 febbraio 2018

Torino. Lab 3 Media 2018

La sezione AID di Torino e provincia organizza un progetto di accompagnamento all’esame di 3° media riservato a ragazzi/e  DSA in procinto di affrontare l’Esame di Licenza Media.
- continua su https://torino.aiditalia.org/it/news-ed-eventi/lab-3-media-2018

USR Lazio. Scuola polo regionale per la prevenzione dei fenomeni di bullismo

USR Lazio. Individuazione Scuola polo regionale per la realizzazione e la diffusione di iniziative e progetti per la prevenzione dei fenomeni di bullismo
DD.DD.GG. nn. 39 del 09.02.2018 e 42 del 12.02.2018
- continua su http://www.usrlazio.it/index.php?s=1060&wid=6022

Non ci sono font belli o brutti. Esistono solo font adeguati o inadeguati al progetto

Quante volte ti sei trovato nella situazione di dover decidere quale font usare? Quante volte ti sei messo a cercare il font più adatto al tuo progetto scorrendo per ore la tendina dei font, frugando tra le centinaia di caratteri che hai scaricato o acquistato? Vuoi sapere come poter scegliere un font che sia perfetto per il tuo progetto?
Retweeted Elena Asteggiano (@redattore):
- continua su https://www.grafigata.com/2015/03/come-scegliere-un-font/

USR Emilia Romagna. Alunni segnalati per Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA). Indicazioni permanenti

Con la nota prot.2396 del 12 febbraio 2018 vengono riprese le disposizioni permanenti sull’inclusione scolastica degli alunni con diagnosi di DSA.
- continua su http://istruzioneer.it/2018/02/12/alunni-segnalati-per-disturbi-specifici-di-apprendimento-dsa-indicazioni-permanenti/

Torino. Sentire il cinema al buio

Due speciali visite al buio, nella prima delle quali le persone bendate saranno guidate da persone non vedenti, sono previste per il 17 e il 21 febbraio, nell’àmbito dell’esposizione “#SOUNDFRAMES. Cinema e musica in mostra”, in corso al Museo Nazionale del Cinema, presso la Mole Antonelliana di Torino, evento in cui si indaga la complessità del rapporto tra musica e immagini in movimento
- continua su http://www.superando.it/2018/02/14/sentire-il-cinema-al-buio/

Roma. Inclusione scolastica e sociale: il punto della situazione nella giornata mondiale della sindrome di Asperger

Il 18 febbraio ricorre la Giornata mondiale della sindrome di Asperger. In programma un importante incontro a Roma
- continua su https://www.disabili.com/scuola-a-istruzione/articoli-scuola-istruzione/inclusione-scolastica-e-sociale-il-punto-della-situazione-nella-giornata-mondiale-della-sindrome-di-asperger

Smartphone in classe: l’antidecalogo di Calvani

L’Associazione SApIE (Società per l’Apprendimento e l’Istruzione informati da Evidenza – www.sapie.it), presieduta da Antonio Calvani, docente di Didattica e Tecnologia dell’istruzione all’Università di Firenze, uno dei più noti studiosi dell’impatto delle nuove tecnologie sui processi formativi, è il primo firmatario di una sorta di antidecalogo che si contrappone frontalmente, punto per punto, al Decalogo del Miur.
- continua su https://www.tuttoscuola.com/smartphone-classe-lantidecalogo-calvani/

Smartphone a scuola, il decalogo del Miur

L’ingresso degli smartphone in classe a fini didattici è oggetto di forti controversie in tutto il mondo.
Nei Paesi dove le scelte didattiche sono rimesse alla competenza delle scuole e/o degli insegnanti (come avviene in genere nei sistemi educativi di tradizione e lingua anglosassone) la decisione viene presa a livello locale dalle scuole. In quelli con ordinamenti storicamente accentrati, come la Francia e l’Italia, i rispettivi ministeri hanno invece ritenuto di disciplinare la materia a livello centrale.
- continua su https://www.tuttoscuola.com/smartphone-scuola-decalogo-del-miur/

"Leggimi", arriva la app gratuita per le persone con dislessia

La lettura passa sempre più per strumenti come smartphone e tablet, che però non tutti riescono ad utilizzare. A tal proposito Sinnos Editrice ha ideato una App per consentire a dislessici e persone con difficoltà visiva di utilizzare senza problemi le nuove tecnologie. 
Altro passo in avanti nell’ambito della lettura accessibile e facilitata rivolta a persone con difficoltà visive o con dislessia. A farlo è Sinnos Editrice, la quale ha ideato una app per trovare una soluzione semplice ai problemi di relazione con i nuovi modi del comunicare come smartphone e tablet. “Partendo dalla consapevolezza che non si legge solo sui libri, ma anche sui nuovi dispositivi multimediali e che per chi è dislessico o ha difficoltà di lettura non è sempre facile leggere su questi strumenti abbiamo realizzato la App Leggimi – sottolinea la Sinnos”. Si tratta di un’applicazione gratuita che si fonda su storie e immagini, che trascinano con loro temi e valori, accompagnate dalla cura grafica e redazionale.
Già nel 2006 Sinnos aveva progettato la font 'leggimi', che si è poi ampliata nelle forme 'stampatello maiuscolo' e 'graphic' insieme a particolari criteri grafici e redazionali. In seguito è stata monitorata e usata in clinica e riabilitazione da un gruppo di neuropsichiatri e logopedisti e costantemente testata da giovani lettori. Oggi grazie al progetto finanziato nell’ambito del Bando “Io Leggo” della Regione Lazio, Sinnos, in collaborazione con Pedius, ha potuto fare un ulteriore passo avanti nel cammino dell’alta leggibilità, realizzando questa app per tablet e smartphone, che applica gratuitamente ai testi tutti i parametri di accessibilità che sono stati individuati dalla casa editrice nel corso di questi anni.
“Per la realizzazione della app – spiega Sinnos - è stato fondamentale proseguire la ricerca insieme al team di esperti neuropsichiatri e logopedisti, accompagnati da programmatori e sviluppatori per il web di Pedius e proseguire il confronto con gli utenti. La realizzazione della App è stata perciò seguita dagli esperti ed è stata accompagnata da incontri di formazione rivolti a genitori, operatori, insegnanti. È stata inoltre testata da un gruppo di persone che ne ha fatto direttamente richiesta (partecipanti alle edizioni dei seminari gratuiti “Il diritto di leggere”, ma anche genitori e insegnanti) e che hanno poi inviato osservazioni e feedback”. La App Leggimi è scaricabile gratuitamente.
INFO: https://www.sinnos.org/un-amore-conquistare-nasce-la-app-leggimi/
(fonte: Press-In anno X / n. 398 - Redattore Sociale del 15-02-2018)

Milano. Performance e incontri per parlare di accessibilità e condivisione

Il collettivo milanese Fattoria Vittadini, organizza e promuove dal 16 al 18 marzo la prima edizione del Festival del Silenzio, in cui verranno presentate diverse proposte artistiche, prospettive scientifiche, percorsi esperienziali, questioni culturali e sociali legate al tema del Silenzio.
Il festival – allestito presso la Fabbrica del Vapore di Milano sotto la direzione artistica di Rita Mazza, attrice e artista nativa segnante italiana residente a Berlino, vuole essere: «un luogo – spiegano gli organizzatori – dove la riflessione sul silenzio diventi occasione di festa, scoperta, divertimento».
- continua su https://ilmanifesto.it/performance-e-incontri-per-parlare-di-accessibilita-e-condivisione/

Disabilità visiva. Azioni che puntano a una formazione tiflologica di qualità

Un corso di aggiornamento e uno di formazione, che d’ora in poi si ripeteranno ogni anno, sono stati promossi dall’IRIFOR, l’Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), per fornire le necessarie competenze tiflologiche, in àmbito di disabilità visiva, agli operatori della scuola, agli educatori, agli assistenti alla comunicazione, e anche alle realtà locali della stessa UICI
- continua su http://www.superando.it/2018/02/15/azioni-che-puntano-a-una-formazione-tiflologica-di-qualita/

La retorica dei falsi invalidi? Guardate quanto ha fruttato e poi chiedete scusa

Due governi diversi hanno previsto due tornate di ispezioni straordinarie per stanare i "falsi invalidi", dal 2009 al 2015, con 1 milione 250mila controlli.
Ci si aspettava di recuperare un miliardo di euro ma in realtà nel Fondo Non Autosufficienza per il 2017 sono arrivati solo 13,6 milioni in più. Falabella (FISH): «qualcuno ora ci chieda scusa»
- continua su http://www.vita.it/it/article/2018/02/15/la-retorica-dei-falsi-invalidi-guardate-quanto-ha-fruttato-e-poi-chied/145977/

Lo sguardo del cinema sulla disabilità: Ledha presenta la Mediateca

Non solo raccolta e prestito. Matteo Schianchi, storico e responsabile delle attività di Mediateca Ledha: “Da un lato vogliamo raccogliere e organizzare il materiale cinematografico e letterario che affronta il tema della disabilità, dall’altro costruire dibattito e cultura su questi temi”. Presentazione il 21 febbraio
- continua su https://www.superabile.it/cs/superabile/tempo-libero/20180215-ledha-mediateca.html

Scuola e libri di testo: didattica in 3D basata sulla Realtà Aumentata

L’editoria italiana non potrà sempre farla franca: i libri digitali a scuola non vanno, ma guardate cosa si potrebbe fare sfruttando la Realtà Aumentata per visualizzare contenuti 3D nel mondo reale.
L’Augmented Learning, cioè l’apprendimento aumentato, sarebbe possibile in classe con l’uso dello smartphone, se solo gli editori di scolastica facessero scelte multimediali di contenuto, invece che Cd-rom. Vi presentiamo il “guest post” di Gian Piero Gigli su una sua proposta di app che partendo dalla carta offre approfondimenti didattici in Realtà Aumentata mediante interazione Touchless.
- continua su http://www.ebookreaderitalia.com/scuola-e-libri-di-testo-didattica-in-3d-basata-sulla-realta-aumentata/

Esami di terza media, ecco come saranno per gli alunni disabili e Dsa

Molti docenti, ma anche genitori, ci chiedono come si svolgeranno le prove di esame di terza media per gli alunni disabili e per quelli con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Proviamo a riassumere e a fare chiarezza a partire dal D.Lgs 62/2017.
- continua su https://www.tecnicadellascuola.it/esami-terza-media-saranno-gli-alunni-disabili-dsa

È davvero l’ora di realizzare sin dalla produzione film accessibili a tutti!

Il 20 febbraio la terza edizione di “Accessibilità ai prodotti audiovisivi. Sottotitolazione per non udenti/Audiodescrizione”, il percorso formativo nato a Torino, unico del genere in Italia, arricchirà ulteriormente la propria proposta, presentando presso Film Commission Torino Piemonte una “Lectio Magistralis” di Pablo Romero Fresco, uno tra i più importanti studiosi del rapporto tra cinema e accessibilità, quest’ultima riferita segnatamente alle versioni dei film tradotte, doppiate o sottotitolate per persone sorde e ipoacusiche o ancora audiodescritte per persone non vedenti
- continua su http://www.superando.it/2018/02/16/e-davvero-lora-di-realizzare-sin-dalla-produzione-film-accessibili-a-tutti/

Lombardia. Inclusione scolastica e disabilità visiva: filo diretto con famiglie e operatori

Dopo l’emanazione da parte della Regione Lombardia delle Linee Guida in materia di servizi di supporto all’inclusione scolastica rivolti agli alunni con disabilità, provvedimento visto con molto favore dall’UICI Lombardia, quest’ultima si è impegnata in un’azione continua di confronto, sia con la stessa Regione che con le famiglie e gli operatori.
Ora sta proponendo una serie di incontri nelle varie Province, rivolti proprio alle famiglie e agli operatori, per dar loro la possibilità di essere aggiornati e di avere ogni necessario chiarimento sulle novità apportate da quelle Linee Guida
- continua su http://www.superando.it/2018/02/16/inclusione-scolastica-e-disabilita-visiva-filo-diretto-con-famiglie-e-operatori/

Il Consiglio europeo facilita l'accesso alle opere pubblicate ai non vedenti

Il Consiglio europeo ha adottato una decisione con cui approva la ratifica del trattato di Marrakech volto a facilitare l'accesso alle opere pubblicate per le persone non vedenti, con disabilita' visive o con altre difficoltà nella lettura di testi a stampa.
- continua su https://www.superabile.it/cs/superabile/in-europa/news/istituzioni-ue-ed-europee/20180216-consiglio-europeo-trattato-marrakech.html

Roma. Gli Etruschi alla scoperta del Braille

In occasione della Giornata Nazionale del Braille, istituita con legge 126 del 3 agosto 2007 e giunta all’XI edizione, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia offre la possibilità di approfondire la conoscenza della lingua etrusca mediante la lettura di testi originali, tra cui quello delle celebri Lamine d’oro di Pyrgi, che, grazie alla Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi ONLUS, sono state riprodotte e rese accessibili tattilmente con trascrizione del testo anche in Braille.
Le lamine costituiscono uno dei documenti storici più importanti del Mediterraneo occidentale preromano e, al contempo, uno dei testi bilingui (fenicio ed etrusco) più significativi per la conoscenza della lingua etrusca. Allo stesso tempo sarà possibile conoscere il funzionamento del metodo di scrittura ideato nell’Ottocento da Louis Braille, che ha rivoluzionato l’accesso al mondo della cultura delle persone con disabilità visiva.
Un laboratorio di scrittura, aperto a tutti, condotto simultaneamente da archeologi specializzati e da persone non vedenti (si ringrazia Simona Cassano per la collaborazione), permetterà di mettere a confronto lingua antica e linguaggio moderno, aderendo ai principi di promozione della diversità linguistica e culturale in tutto il mondo, propri della Giornata Internazionale della Lingua Madre delle Nazioni Unite, che cade sempre il 21 febbraio.
Saranno, inoltre, a disposizione per le visite tattili materiali ceramici provenienti dai depositi del Museo e le riproduzioni in 3D di quattro reperti in scala 1:1 di recente acquisizione, grazie alla donazione della società tipografica System Graphic.
Il laboratorio e le visite tattili, che si terranno dalle ore 16.30 alle ore 18.30, sono inclusi nel costo del biglietto, gratuito per il disabile e per un accompagnatore, oltre che per gli altri aventi diritto per legge e i titolari dell’abbonamento.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a Francesca Licordari francesca.licordari@beniculturali.it - 347 50 90 574
“Gli Etruschi alla scoperta del Braille”
laboratorio di scrittura e visite tattili
mercoledì 21 febbraio 2018 dalle ore 16.30 alle ore 18.30

mercoledì 14 febbraio 2018

Trento. Seminari dedicati al bullismo

Spettri di comportamento del Cyberbullismo, 23 febbraio ore 15-18 presso il Dipartimento della Conoscenza, Trento
La Legge 29 Maggio 2017 n.71, recante Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del Cyberbullismo, rappresenta un provvedimento di fondamentale importanza. Anche le istituzioni scolastiche, come specificato nell’Art.4, sono in primo piano coinvolte.

Bullismo e genere, 28 febbraio ore 15-17.30 presso il Dipartimento della Conoscenza, Trento
Alberto Pellai interverrà sul problema dei sempre più frequenti fenomeni di prevaricazione che riguardano tanto i maschi quanto le femmine e sulle possibilità di contrastare i confini mentali che troppo spesso sono alla base di episodi di bullismo anche nella forma dell’omofobia. Seguiranno altri seminari dedicati al complesso e delicato tema del bullismo.

INFO: http://www.iprase.tn.it/iprase-in-forma-n-2-febbraio-2018/

Visioni. Cosa significa essere diversi? Ce lo racconta Nino, bimbo con la sindrome di Asperger

Nino ha dodici anni e ha la sindrome di Asperger, che per lui «significa che sono più creativo».
Con la mamma, Sabrina Paravicini, ha realizzato un film che si intitola Be kind e che lo ha condotto in un viaggio nel mondo della diversità declinata in maniera differente: fisica, psichica, di razza, di religione, di status sociale e di genere. Questo progetto è anche la fotografia del meraviglioso rapporto tra mamma e figlio e di come lei, vinte le paure, abbia affrontato la sfida dell’autismo, che da tragedia è diventata un’avventura. Guardate Nino in questo film e capirete. Il progetto puà essere sostenuto con una piccola donazione sul sito http://lets-be-kind.com/
IL VIDEO
(Il primo teaser su http://www.lastampa.it/)

Bullismo e cyberbullismo, 1 mln per attività di prevenzione. Ripartizione regionale delle risorse

Il Miur ha diramato la nota n. 638 del 5 febbraio 2018, avente per oggetto “finanziamenti previsti dal D.M. 851/2017 art. 16 “Piano Nazionale per la prevenzione dei fenomeni di bullismo e cyber-bullismo.”
- continua su https://www.orizzontescuola.it/bullismo-cyberbullismo-1-mln-attivita-prevenzione-ripartizione-regionale-delle-risorse/

Visioni. Autismo, I genitori chiedono risposte

martedì 13 febbraio 2018

Progetto Matematika

Il sito web mette a disposizione una notevole quantità di materiali per l'insegnamento / apprendimento della matematica. I materiali presenti sono utilizzabili dalla scuola primaria fino alla scuola secondaria di II grado.
INFO: http://www.matematika.it/index.php
(fonte: https://www.robertosconocchini.it/)

Università Bologna. Dislessia e Università: un percorso di successo

Incontro aperto sul tema del percorso degli studenti con disturbi specifici dell'apprendimento: diritti e strategie per affrontare le difficoltà
15 Febbraio 2018 - ore: 15:30
Scuola di Economia, Management e Statistica, Aula 1 (Piazza Scaravilli, 1/2 - Bologna)
Ingresso libero
INFO: http://www.magazine.unibo.it/calendario/2018/02/15/dislessia-e-universita?d=2018-02-15

Roma. "Vite extra-ordinarie": al via la rassegna cinematografica sul tema della disabilita'

"La disabilità non è una scelta, la nostra attitudine si": questa espressione è alla base della rassegna cinematografica di sette film, intitolata "Vite extra-ordinarie", che parte oggi, lunedi' 12 febbraio, alle ore 17.00 con la proiezione del capolavoro di David Lynch "The Elephant Man" presso la Sala MediCinema al Policlinico A. Gemelli.
La rassegna è promossa dal Centro di Ateneo per la Vita dell'Università Cattolica del Sacro Cuore ed è nata da un'idea del Centro di Malattie Rare e Difetti congeniti della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma. Dopo il primo appuntamento di oggi pomeriggio, i successivi film protagonisti degli incontri saranno "Inside I'm Dancing" di Daniel O'Donnell (26 febbraio), "Basta guardare il cielo" di Peter Chelsom (12 marzo), "Qualcosa di buono" di George C. Wolfe (19 marzo), "Misure straordinarie" di Tom Vaughan (9 aprile), "Ottavo giorno" di Jaco van Dormael (16 aprile), "Il mio piede sinistro" di Jim Sheridan (7 maggio). Ogni film tratterà una condizione legata alla disabilità che sarà presentata, per gli aspetti clinici, da un esperto. Al termine della proiezione seguirà una riflessione sull'aspetto umano, relazionale e sociale della trama, curata da un neuropsichiatra infantile esperto di problematiche relazionali e da un'esperta di problematiche sociali. Si delineeranno così, nel corso degli incontri, le caratteristiche cliniche di alcune malattie rare ma non solo: sindrome di Proteus, Distrofia muscolare di Duchenne, SLA, sindrome di Pompe, sindrome di Morquio, sindrome di Down e Paralisi Cerebrale. Si rifletterà sulla diversità, sull'amicizia, sull'amore, sulla reciprocità, sulla speranza di guarire, sul confine tra vita e morte. Le riflessioni saranno guidate da Paolo Mariotti, dirigente medico dell'Unità di Neuropsichiatria Infantile della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, e da Anna Contardi, Coordinatrice Nazionale dell'Associazione Italiana Persone Down.
"Questa rassegna cinematografica- spiega il professor Giuseppe Zampino, responsabile del Centro di Malattie rare e Difetti congeniti del Policlinico Gemelli- vuole essere un metodo didattico che ha come obiettivo veicolare le informazioni puramente cliniche con il coinvolgimento emotivo suscitato dal film. Questo e' specialmente utile nelle malattie rare che, considerate di nicchia, spesso non suscitano particolare interesse o non rimangono nella memoria. L'idea di associare una emozione all'informazione rende il ricordo della condizione più duraturo. Inoltre, capitalizzando sulle problematiche relazionali comuni della disabilità che investono la maggior parte delle numerose condizioni rare disabilitanti, l'approccio a tali condizioni sarà meno preoccupato, poiché a dispetto della rarità vi è una comunanza di vissuti e di problemi da affrontare. La rassegna cinematografica ha l'obiettivo di far entrare lo spettatore nell'intenso mondo della disabilità e attraverso questo indurlo a riflettere sulla propria esistenza". "Collaboriamo con molto interesse a questo Progetto di Università Cattolica e Policlinico A. Gemelli e siamo certi fornirà importanti riflessioni- dichiara Fulvia Salvi Presidente, MediCinema Italia Onlus- L'utilizzo del contenuto cinematografico rappresenta un importante strumento di sperimentazione per la cura di diverse patologie volto al riconoscimento del cinema come strumento riabilitativo nei processi di cura e nei percorsi di formazione".
L'attività di MediCinema, presso il Policlinico, prevede la programmazione di film, due volte alla settimana, oltre anteprime e rassegne cinematografiche per i pazienti in età pediatrica e per un pubblico di adulti. Si ricorda che da settembre 2016 è stato avviato il primo studio, coordinato dal professor Celestino Pio Lombardi, Direttore Chirurgia Endocrina Fondazione Policlinico A. Gemelli con i ricercatori della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica, in collaborazione con l'Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, con l'obiettivo di misurare gli effetti della terapia attraverso il cinema nel percorso ospedaliero e nell'approccio alla malattia. (DIRE)
(fonte: Press-In anno X / n. 360 - Redattore Sociale del 12-02-2018)

Brescia. Centro non vedenti a rischio chiusura "Fondi mai arrivati"

Il presidente Bisinell:a: «Maroni aveva promesso 250mila euro non 50mila». L'appello ai candidati
La "Santa Lucia" promessa lo scorso 13 dicembre da Roberto Maroni non è mai arrivata. O meglio, è arrivata solo in minima parte: 50mila euro invece dei 250mila presi come impegno dal presidente di Regione Lombardia durante la sua ultima visita. Risultato: schiacciato da un disavanzo che attualmente si attesta attorno ai 175mila euro, il Centro non vedenti rischia di sparire. Mettendo a rischio il diritto allo studio dei disabili visivi e aprendo il futuro al possibile ritorno delle scuole speciali o all'assistenza compassionevole di fine Ottocento: una fine ingloriosa per un'eccellenza bresciana con alle spalle una storia lunga quarant'anni «che la politica sta demolendo, scavandole la fossa direttamente sotto ai piedi». LO HANNO ribadito ieri mattina il presidente dell'istituto Pietro Bisinella, Marco Drera (Cgil) e Mauro Scaroni (Cisl), intervenuti nella sede di via Sant'Antonio, dove sono forti e diffusi i timori di non riuscire nemmeno concludere l'anno scolastico: una situazione di caos e precarietà che sta creando disorientamento tra le famiglie e che ovviamente mette a rischio anche i 32 dipendenti che ogni giorno operano con passione all'interno del Centro. Infine l'appello ai candidati in Regione.
(fonte: Press-In anno X / n. 355 - Bresciaoggi del 11-02-2018)

La Ruota Padagogica: Tecnologie Digitali e Didattica

Napoli. Scuola invernale di matematica

L'evento, gratuito, è stato organizzato dall'Associazione Mathesis in collaborazione con l'Accademia delle Belle Arti di Napoli e l'Associazione D.S.A.-Dislessia, un limite da superare.
Due pomeriggi di formazione per i docenti di matematica della scuola secondaria di secondo grado per complessive dieci ore in presenza.
NAPOLI: SCUOLA INVERNALE DI MATEMATICA 15/16 febbraio 2018 presso Palazzo dell'Accademia di Belle Arti di Napoli ore 14:00 - 19:00
- leggi il programma
Giovedì 15 febbraio 2018 - ore 16.30
Strategie didattiche e strumenti compensativi per la matematica a sostegno degli studenti con DSA e…non solo
a cura del Prof. Alessandro Pepino
Docente di Bioingegneria elettronica e informatica
Università degli Studi ‘Federico II’
INFO: http://www.mathesisnazionale.it/2018/01/25/la-scuola-invernale-mathesis-di-napoli/

"Be My Eyes", ecco l'app al servizio continuo di ciechi e ipovedenti



Ideata da un cittadino danese, sta rivoluzionando la possibilità di connessione delle persone non vedenti di 150 paesi. Grazie al suo utilizzo sono state già evase oltre 231mila richieste di aiuto in tutto il mondo
Un'app di servizio per migliorare la vita di ciechi e ipovedenti. È "Be My Eyes" , letteralmente "sii i miei occhi", una applicazione gratuita per iPhone e dispositivi Android che permette a chi è affetto da cecità di compiere gesti altrimenti impossibili.
- continua su http://tg24.sky.it/tecnologia/2017/06/30/be-my-eyes-app-ciechi.html

domenica 11 febbraio 2018

Siamo noi genitori a essere classisti (e razzisti), non il liceo Visconti di Roma

Siamo noi che da ragazzini - ah, la piazza - scioperavamo e sfilavamo per una scuola aperta e plurale, inclusiva e pubblica, rispettosa delle differenze e delle diversità.
Principi stupendi che cozzavano già allora con una realtà molto meno romantica, costretta a barcamenarsi tra tagli di fondi e demotivazione diffusa del personale. Principi cui però avevamo giurato di tener fede, una volta genitori.
- continua su http://www.linkiesta.it/it/article/2018/02/10/siamo-noi-genitori-a-essere-classisti-e-razzisti-non-il-liceo-visconti/37096/

sabato 10 febbraio 2018

Ebook: dieci cose per iniziare – Seconda parte

Nella prima parte di questo articolo “Ebook: dieci cose per iniziare”, dedicato a quanti si affacciano per la prima volta alla lettura digitale, abbiamo parlato essenzialmente di tablet, di ereader e-ink e delle differenze tra queste due tipologie di dispositivi.
- continua su http://www.ebookreaderitalia.com/ebook-dieci-cose-per-iniziare-seconda-parte/

Roma. Villa Torlonia, collocata prima mappa tattile ville storiche

La mappa tattile di luogo a rilievo (design “for all”) agevola, in modo chiaro e semplice, l’orientamento nel meraviglioso giardino della più recente villa nobiliare romana sia a persone con disabilità visive (non vedenti, ipovedenti e con problemi di percezione cromatica), sia a normo-vedenti.
- continua su http://www.radiocolonna.it/arte-e-cultura/2018/02/08/villa-torlonia-collocata-prima-mappa-tattile-ville-storiche/

Audiogames. Echoes from Levia: Soulbound è un interessante progetto per non vedenti e ipovedenti sviluppato da Cloverbit

Echoes from Levia Soulbound è un audiogame creato da Cloverbit e progettato principalmente per un pubblico ipovedente e non vedente.
Il giocatore interpreterà Seric, un ragazzo di umili origini e cieco dalla nascita, e lo seguirà durante la sua avventura nelle terre di Levia dove sarà travolto da una serie di eventi che lo porteranno a scoprire il suo passato e i personaggi sinistri che dominano questo mondo. Il compagno di questa avventura è il misterioso e familiare Kiroth, un'entità incorporea ed enigmatica legata al giovane Seric, che lo guida nel suo viaggio attraverso le diverse ambientazioni del gioco.
- continua su http://www.eurogamer.it/articles/2018-02-08-news-videogiochi-echoes-from-levia-soulbound-interessante-progetto-per-non-vedenti-e-ipovedenti

venerdì 9 febbraio 2018

Roma. Crisi epilettiche in classe, i medici del Bambino Gesù formano gli insegnanti

Quasi 700 insegnanti e operatori scolastici formati; coinvolte più di 100 scuole di Roma e provincia; 12 crisi convulsive affrontate e gestite in classe evitando ospedalizzazioni inappropriate. Sono i risultati del progetto "La scuola non ha paura delle crisi”
Quasi 700 insegnanti e operatori scolastici formati; coinvolte più' di 100 scuole di Roma e provincia; 12 crisi convulsive affrontate e gestite in classe evitando ospedalizzazioni inappropriate. Sono i risultati di "La scuola non ha paura delle crisi", iniziativa di formazione promossa dall'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in occasione della giornata mondiale per l'epilessia. Il prossimo incontro tra medici e insegnanti si terrà lunedì 12 febbraio nell'Auditorium del Bambino Gesù' sede San Paolo (viale Baldelli, 38 - Roma).
- continua su https://www.superabile.it/cs/superabile/salute-e-ricerca/20180209-nf-epilessia-2.html